Assistenza telefonica gratuita

Idee per la cameretta

Si va dai paesaggi fiabeschi agli oblò che affacciano su mari tropicali. Ma tanto si può fare anche usando bordi di carta da parati e stuoie dipinte a stencil. E i nuovi decori adesivi. Un rischio da non correre è quello di predisporre la cameretta del bimbo sin dall’inizio completa di ogni tettaglio e decoro. È giusto invece che la stanza rispecchi a personalità del suo abitante e che cresca con lui, cambiando aspetto di tanto in tanto. Al bebé si addice un ambiente discreto e riposante quindi vanno bene tinteggiature con vernici atossiche o con carta da parati (purché non viniliche), con colori pastello e elementari (righine e quadretti). Attorno ai 2-3 anni, invece, è il momento di scatenarsi con forme e colori che sappiano assecondare la grande curiosità del bambino. Qui la scelta può essere tra l’intervento di un decoratore che realizzi veri e propri paesaggi, oppure la parete bianca su cui far intervenire direttamente il bambino e la sua fantasia. Per poter dare un tocco originale alle pareti delle camerette e  si possono applicare degli stickers murali lavagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *